LABORATORIO SOGNI & MITI

Il Laboratorio Sogni & Miti è un nuovo progetto che nasce con l’intenzione di vivificare la nostra naturale tendenza a pensare per immagini, a sentire e rappresentare la realtà in termini mitologici. Il mito è definito da Joseph Campbell comel a necessità di avere un modello che dia la direzione da prendere e delle risposte su come trattare i problemi e le occasioni che incontriamo nel corso della nostra esistenza. Dalla notte dei tempi i miti vengono raccontati sotto forma di storie del mondo e dell’essere umano (della sua creazione, trasformazione, morte e resurrezione) e accompagnano il farsi dell’anima nel suo cammino.

“Ciò che fa il mito per noi è mostrare il trascendente oltre il campo fenomenico. (…)  E’ portatore di un’energia  che proviene da un regno che sta al di là dei poteri della nostra conoscenza, e tale energia si lega a ciascuno di noi, in questo nostro corpo, per un certo compito.” J. Campbell

Ripetere i miti e celebrare i riti sono operazioni sacre che permettono all’individuo di avere un centro, di trovare un asse che colleghi la storia personale -biografica- con la dimensione transpersonale, per rendersi trasparenti alla trascendenza:

“Sul bordo della trascendenza si situa la felicità, intesa come senso profondo di essere presenti, di stare facendo ciò che dobbiamo assolutamente fare per essere noi stessi.”

Il mito, come modello e possibilità di confronto con la storia dell’essere umano e delle sue esperienze dalla notte dei tempi, è un’occasione di conoscenza e approfondimento delle dinamiche psichiche che ci costituiscono e che sono intrinseche alla condizione del vivere, nonchè fondanti gli aspetti culturali che caratterizzano una società. Secondo J. Campbell una mitologia operante è al servizio di quattro funzioni: mistica (rende cosciente un certo significato dell’esistenza), cosmologica (di conciliazione con la natura), sociologica (è uno stabilizzatore sociale) e psicologica (accompagna lo sviluppo dell’individuo nelle varie fasi).

Elemire Zolla parla del mito come di “un racconto che ferma l’attenzione, colpisce e trasmette delle verità, smuovendo qualcosa nel nostro inconscio e in quest’azione sta la sua forza. La vicenda mitica ci impegna al di sotto della nostra coscienza”.

Ognuno di noi risuona con particolare intensità con un certo tema mitico, il leimotiv che fa da sfondo all’esistenza: ripercorrendo le tracce delle divinità, degli eroi e delle eroine e delle loro avventure, possiamo accogliere anche la nostra storia e rivederla sotto una luce più comprensiva e ampia, in una cornice che la colloca in una storia del mondo, che interpretiamo e da cui possiamo apprendere significati fino ad ora inesplorati.

In alcuni sogni, nell’arco della vita, appaiono i temi mitici che vivono attraverso di noi: rievocando la potenza di queste immagini ci troviamo ad aderire con maggior forza al nostro destino, alla voce del Daimon.

 

Il Laboratorio Sogni & Miti avrà cadenza bimensile.

1. incontro: INTRODUZIONE alla FUNZIONE del MITO: da J. Campbell alla psicologia archetipica di J. Hillmann

2. incontro: I MOTIVI MITOLOGICI da “Il linguaggio dei sogni. Simboli e interpretazioni” di E. C. Whitmont e B. S. Perera. Utilizzo dell’amplificazione con i motivi nel mito nel lavoro con i sogni

3. incontro: IL MITO di PHANES nella tradizione orfico-pitagorica

4. incontro: DIONISO e lo SPARAGMOS, l’archetipo della vita indistruttibile

5. incontro: ARIANNA e il LABIRINTO, la Signora degli Animali

6. incontro: ISIDE VELATA e i suoi MISTERI

7. incontro: GEA e URANO e il tema della successione al padre

8. incontro: SATURNO, il lontano Signore della Pace

9. incontro: I MISTERI ELEUSINI e l’immortalità dell’anima: Demetra, Persefone e Dioniso.

10. incontro: IL PANTHEON GRECO e le DIVINITA’ come funzioni psicologiche e archetipi interiori del femminile e del maschile.

Durante gli incontri si lavorerà su una selezione di sogni che contengono motivi mitici e verranno consigliate delle letture di testi e documenti per approfondire le tematiche trattate.